GameStorm

Recensione di Far Cry New Dawn

Titolo: Far Cry New Dawn
Genere: FPS
Piattaforma: PlayStation 4, Xbox One (testata), PC
Sviluppatore: Ubisoft Montreal
Produttore: Ubisoft
Data di pubblicazione: 15 febbraio 2019

Uno spin-off: "dalle ceneri" di Far Cry 5

Dopo un asfittico inizio anno, privo di titoli importanti, il febbraio scalda gli animi dei gamers con numerosi e importanti giochi in rampa di lancio. Uno di questi è Far Cry New Dawn, nuovo capitolo della premiata serie che Ubisoft ci mette tra le mani, permettendoci un nuovo “giro di giostra” nel Montana.

Il “buon” vecchio Seed, al termine dell’episodio cinque ha commesso qualcosa da non fare; non lo sveliamo per chi, ancora, deve terminare la partita (per i più curiosi ecco la Recensione di Far Cry 5). Dal suo insano gesto, dalle ceneri di ciò che è rimasto, prende il via, una ventina d’anni dopo, lo spin-off di Far Cry: ci vede protagonisti contro un nuovo terribile duo, le gemelle Mickey e Lou che, visto il vuoto di potere creatosi dopo il fattaccio, hanno pensato bene di riempirlo loro. Trama già confezionata, pronta all’uso e canovaccio narrativo che segue i binari della detronizzazione delle regine dei Guerrieri della Strada; certo, le chiavi di lettura possono essere molteplici poiché il gioco è ricco e variegato, con un numero non indifferente di missioni secondarie o puramente esplorative per raccogliere materiali e oggetti di vario tipo e utilizzo, non da ultimo lo sblocco di abilità varie, già conosciute e apprezzate nel capitolo precedente. Le nostre gesta, come Capo, avranno luogo a Hope County: la cittadina nel Montana, risorta, prospera e in pace per un breve periodo è divenuta un bistrattato avamposto continuamente soggetto alle angherie degli sgherri delle gemelle; come accennavamo. Il nostro compito sarà di riportare la situazione alla normalità post olocausto, magari anche stringendo inaspettate alleanze.

Edenita a chi?

Parlando di alleanze, appunto, tornano alla ribalta i vecchi discepoli del “pastore” Seed, poiché il famoso detto che “il nemico del tuo nemico è tuo amico” è sempre valido… ai mali estremi urgono estremi rimedi. Salteranno poi fuori vecchie conoscenze, più o meno amiche, giusto per dare una sferzata di brio al roster dei personaggi e agli intrecci della storia che costellano l’open world della nuova ambientazione.

Sostanzialmente, il gameplay ricalca quello già visto, sia a livello di comandi sia di abilità sbloccabili; è un FPS di stampo ormai classico, giocabile in cooperativa online oppure in singolo. Dalla trama principale si diramano diverse sessioni affrontabili a nostro piacimento: a seconda di quello che preferiamo vedere, possiamo dare priorità alla storia oppure svagarci bellamente in giro per la contea con il solo obiettivo di fare incetta di oggetti e sterminare i riottosi sopravvissuti. A proposito di questi ultimi, degli animali e delle armi, ne troveremo di quattro tipi, con il “dorato” più forte di tutti.

Per sbloccare nuove bocche di fuoco sarà necessaria la skill del livello adeguato, e cosi via; potremo poi aumentare il numero di armi trasportabili e reclutare diversi personaggi per aiutarci nella nostra causa (se possiamo consigliare, uno dei più utili, a nostro avviso è il cane; scoprite voi il perché).

La struttura delle varie sotto trame è pressoché identica a quella di FC5; la caccia al tesoro, ad esempio, ci permette sempre di recuperare materiali a patto di riuscire a entrare nei vari bunker; poi troviamo la ricerca di vari lettori musicali o il confronto di alcuni luoghi basandoci su foto del passato (vera new entry del gioco). La mappa, nonostante sia molto curata, è più ridotta della precedente; cosi dicasi per l’ambiente di gioco che ricopre un’area meno estesa che quella vista nel 5 e tendente al… rosa.

Un Far Cry in rosa

Concedeteci la forzatura, ma effettivamente negli avamposti predomineranno le tinte rosa; ma la cosa non ci deve trarre in inganno: di violenza ce ne sarà parecchia, più o meno gratuita. Il colore, che spicca tra le rigogliose vegetazioni e gli ambienti paradisiaci, allieta sicuramente la vista; è stupendo perdersi per un po’ tra le vallate o sui picchi montuosi a godersi il panorama ma, ad accompagnarci, avremo sempre, sottesa, una sensazione di angoscia che non smette mai di fare capolino, anche nelle scenette più disimpegnate. I luoghi sono vitali, pulsanti e variamente popolati da animali, piante e purtroppo anche da primati rosa molto belligeranti. Gli edifici sfasciati sono invasi da rampicanti e vegetazione (diversa secondo l’area in cui ci troviamo). Abbiamo apprezzato particolarmente il taglio naturalistico di questo nuovo episodio che tocca vette grafiche ad oggi difficilmente raggiunte dai "colleghi".

Il comparto tecnico si esprime anche attraverso dialoghi, animazioni e interpretazioni da tripla A che mantengono la storia apprezzabile anche per chi ha già visto le precedenti incarnazioni di Far Cry. Forse in tono più dimesso è la colonna sonora che ha dato il meglio il Far Cry 3, ma anche qui le musiche, seppur siano nel complesso anonime, contribuiscono a tenere un’atmosfera leggera in alcuni punti e più “densa” in altri. Tutto sommato picevole ma si poteva fare di più.

In sintesi: Seed ha piantato il seme

Perdonateci il giochetto di parole. Nonostante prenda il via dalla fine di Far Cry 5, New Dawn risulta molto simile sotto ogni aspetto, dalla trama alla giocabilità. Sfruttando ogni pretesto, talvolta assurdo, ci muoviamo attraverso la mappa e ci godiamo ogni stupendo paesaggio ove la natura ha preso il sopravvento; ecco forse il tema in rosa e la natura sono le maggiori differenze rispetto al precedente titolo, e abbiamo detto tutto. La grafica è stupenda e ci lascia spesso senza parole, sembra di essere lì, a Hope County; i tafferugli che avvengono a macchia di leopardo nell’area danno l’impressione che il gioco sia dotato di vita propria. Se vogliamo proprio trovarla, l’unica vera pecca è il ripetersi delle dinamiche di gioco, considerando anche quello già visto cimentandosi con le maligne gesta del pastore Seed; forse sarebbe arrivato il momento di rinnovare la serie in modo più sostanzioso.

Pregi:

  • Paesaggi sempre stupendi.
  • Giocabilità estrema e divertimento assicurato.

Difetti:

  • Molto simile al precedente.
  • Colonna sonora leggermente sottotono.

VALUTAZIONE COMPLESSIVA: 8

La recensione di Far Cry New Dawn è stata scritta e curata da FranX per GameStorm.it, pubblicata il 26-02-2019

Commenti sulla recensione (0)

Ultimi commenti degli utenti

lascia un tuo commento


Scrivi un commento

Commenti
Messaggio non inserito o troppo corto.
 
 

×

Far Cry New Dawn

  • Immagine della copertina del gioco Far Cry New Dawn per Xbox One
  • Data di uscita:
    15-02-2019
  • Categoria:
    sparatutto
  • Disponibilità per:
    PS4 XONE
  • Popolarità:
    0 %

Per effettuare questa azione occorre essere registrati.

×

Valutazione del gioco 7

L'ultimo voto è stato 7 dato da G-PqV

Valutazione personale N/D

Dai la tua valutazione a Far Cry New Dawn
 

Elenco degli utenti collegati in questo momento su gamestorm

×