GameStorm

Recensione di V-Rally 4

Recensione scritta e curata da monsteruno per gamestorm.it, inserita il 26-09-2018

Titolo: V-Rally 4
Genere: Racing
Piattaforma: Xbox One (testata), PlayStation 4, Switch
Sviluppatore: Kylotonn Games
Publisher: Bigben Interactive
Data di uscita: 6 settembre 2018

Quello di V-Rally può essere un nome non nuovo ai giocatori nati all’inizio degli anni ’80, in quanto nel 1997 tale gioco debuttò contribuendo a rendere grande lo sport motoristico più sporco del mondo.

L’anno successivo vide la comparsa di un’altra software house importante nel mondo dei rally, la Codemasters, che inaugurò un dualismo che perdurò per 5 anni con il picco toccato nel 1999 quando venne pubblicato V-Rally 2, probabilmente l’episodio che è riuscito a lasciare il segno più profondo nei nostri cuori.

Fu poi la volta di V-Rally 3, nel lontano 2002, che tuttavia non si rivelò all’altezza della concorrenza, apparendo sciapo e privo di carattere.

A 16 anni di distanza, come se fosse stato catapultato qui da una fantomatica macchina del tempo, la saga si appresta a tornare sugli scaffali per intrattenere i giocatori bramosi di padroneggiare un titolo rallystico arcade, battezzato per l’occasione V-Rally 4.

Mentite spoglie

Per comprendere appieno cosa si nasconde dietro questo V-Rally 4 bisogna leggere il curriculum degli sviluppatori, tali francesi della Kilotonn Games, i quali si sono distinti nel recente passato per avere sfornato titoli del calibro di TT Isle Of Man, Flatout 4, ma soprattutto i WRC dal numero 5 al 7. Ed è proprio dal titolo rallystico che sembra essere stato partorito questo gioco, una sorta di spin off che esordisce per sopperire alla mancanza (quest’anno) della licenza ufficiale del campionato mondiale di rally (WRC appunto). Quindi un po’ come ha dovuto fare Milestone qualche anno fa, prendendo in prestito un nome di prestigio del calibro di Sébastien Loeb per rinvigorire l’offerta della sua produzione, allo stesso modo Kylotonn ha pensato di affidarsi a un nome noto per assicurarsi il richiamo mediatico che potrebbe sopperire alla mancanza della licenza ufficiale.

L’approccio al gioco comincia con l’introduzione, da parte della nostra agente Nancy, la quale vi mostrerà le peculiarità del menu, a partire dalla gestione del team per finire con le tipologie di gare disponibili.

Le tipologie di eventi che dovrete affrontare, comprendono il classico Rally che riteniamo non abbia bisogno di spiegazioni, per poi passare al V-Rally Cross, una gara di rallycross in cui scenderete in circuiti misti tra asfalto e sterrato, dovendovi districare contro altri piloti in pista.

Scenari atipici

Ci sono anche le gare di Buggy, in cui si nota l’aggiunta della spettacolarità dei salti da affrontare con quei bizzarri veicoli che rispondono al nome di buggy. Se tutto ciò non fosse sufficiente, Estreme Khana e Hillclimb completano il quadro con competizioni rispettivamente tipo gimkana nei sobborghi cittadini o in aperta campagna, e gare di salita affrontando una miriade di tornanti, con tanto di opzione per tramutare il climb in un downhill.

Gli scenari per le vostre scorribande saranno complementari rispetto a quanto eravate abituati a vedere nelle edizioni passate dei titoli rallystici di Kylotonn, con la Svezia rimpiazzata da una altrettanto gelida Siberia, così come le sterrate tappe finlandesi sono qua sostituite da quelle keniane o malesi, mentre gli asfalti si trovano qui in terra giapponese.

Passando alla gestione del team, dovrete districarvi tra agente, meccanici e ingegneri. Il ruolo del primo sarà quello di procurare eventi con particolare attenzione a una speciale categoria, che verrà rifornita con maggior frequenza rispetto alle altre, così come riuscirà a ottenere sconti sulla tassa di accesso.

Bilancio settimanale

I meccanici saranno responsabili di rimettere in sesto la vostra vettura dopo ogni vostra tappa: maggiore sarà la loro competenza, maggiore sarà la loro efficacia. Gli ingegneri, infine, vi aiuteranno a mettere a punto l’assetto della vostra vettura prima di ogni gara, e vi proporrano parti sviluppate da hoc per migliorarne le prestazioni.

Aumentare la professionalità e il numero di membri del team ovviamente mostrano un secondo lato della medaglia, che consiste nell’incremento della parcella a fine settimana, che sottrarrà risorse che avreste speso per acquistare un’altra vettura.

Concludiamo con la ricerca degli sponsor, i quali porteranno soldi aggiuntivi nel caso riusciate a conseguire gli obiettivi prestabiliti.

I tracciati disponibili sono 22, da affrontare con una cinquantina di auto che spaziano dalle WRC contemporanee a quelle storiche, passando per le buggy e annoverando anche i prototipi da salita.

Peccato solo per la progressione della carriera, che si rivela incapace di convincere: sulla mappa appariranno eventi che una volta completati spariranno per lasciare posto ad altri. Non saprete mai quanto disterà il vostro obiettivo finale (diventare campione), e spesso e volentieri vi troverete a grindare per accumulare soldi ed acquistare la vettura successiva.

Scendiamo in pista

Ma passiamo ad analizzare il cuore di un gioco di rally, ovvero il gameplay. Impugnando un volante vi accorgerete come vi ritroverete a litigarci anche solo per procedere diritto, segno di una calibrazione fatta in modo approssimativo. Il joypad regala maggiore sensibilità, ma è la guidabilità a lasciare l’amaro in bocca: vi accorgerete come la priorità del gioco risieda nel ricreare una notevole sensazione di velocità, a discapito della fisica che si dimentica anche di distinguere le vetture 4 ruote motrici da quelle a trazione anteriore, in quante tutte sono palesemente sovrasterzanti.

L’impatto visivo è quanto meno altalenante: se gli scenari sono talvolta mozzafiato e denotano una notevole direzione artistica (la Monument Valley è un esempio) e gli effetti particellari sono ben fatti, dall’altro gli sviluppatori scivolano spesso su vere e proprie bucce di banane come i mediocri interni delle vetture, le malinconiche fiammate allo scarico, le vetrate che infrangerete tra una gymkana e l’altra che si rompono con un effetto patetico, una brutta rappresentazione dell’ombra delle vetture, una modellazione delle auto e il sistema di gestione dei danni nettamente sotto la media della concorrenza.

Colonna sonora da rivedere

Una nota negativa anche alla mappatura dei controlli, che impedisce di attribuire allo stick destro i comandi del cambio.

Il sonoro si distingue per un buon doppiaggio in italiano, un discreto rombo dei motori e una colonna sonora ripetitiva e davvero da dimenticare.

Chiudiamo con le modalità multiplayer che includono sia l’intramontabile split screen, sia l’online, anche se va detto che la struttura delle lobby potrebbe costringervi a lunghe attese nel caso vi imbattiate in giocatori che continuano ad entrare ed uscire dalla vostra stanza.

In conclusione

V-Rally 4 non è l’erede del glorioso titolo che ha scritto la storia dei giochi di rally alla fine degli anni 90, ma è invece una sorta di spin off dei titoli WRC a cui abbiamo recentemente giocato, con un ventaglio più ampio di tipologie di gare a disposizione, a vantaggio della varietà del gioco. A mancare tuttavia è il carattere, in quanto il gameplay si rivela incapace di convincere e la modalità carriera che non riesce a coinvolgere appieno il giocatore.

Il comparto tecnico si rivela mediocre, fatto di alti (il doppiaggio e la realizzazione artistica delle tappe) e bassi (la musica e gli interni delle vetture).

Pregi

  • Belle le ambientazioni
  • Varietà di gare

Difetti

  • Gameplay da rivedere
  • Carriera incapace di coinvolgere
  • Comparto tecnico da rivedere
  • Noioso

VALUTAZIONE COMPLESSIVA: 6,5

Commenti sulla recensione (0)

Ultimi commenti degli utenti

lascia un tuo commento


Scrivi un commento

Commenti
Messaggio non inserito o troppo corto.
 
 

×

V-Rally 4

  • Immagine della copertina del gioco V-Rally 4 per Xbox One

Per effettuare questa azione occorre essere registrati.

×

Valutazione del gioco 6

L'ultimo voto è stato 6 dato da G-PqV

Valutazione personale N/D

Dai la tua valutazione a V-Rally 4
 

Elenco degli utenti collegati in questo momento su gamestorm

×