GameStorm

Recensione di Patapon 2

Recensione scritta e curata da ocean84 per gamestorm.it, inserita il 12-05-2009


Titolo:
Patapon 2
Genere: Platform Game
Console: Sony PSP
Sviluppatore: Pyramid  
Publisher: SCEE
Data di pubblicazione: 18-03-2009

Il ritorno nel mondo dei Patapon

Che la Sony non punti solo su action game, adventure e sparatutto lo si era capito da tempo. L’uscita di Locoroco ed altri titoli del genere plattaform astratto sono la conferma di quanto la casa nipponica punti su giochi innovativi per far leva su segmenti di pubblico differenti. Ed è cosi che a circa un anno di distanza dal primo capitolo, torna PATAPON, il rithym plattaform game pronto a lasciare a bocca aperta il pubblico video ludico grazie al suo elevato livello di coinvolgimento e la sua simpatica giocabilità. Ancora una volta la casa nipponica ha voluto puntare su uno stile grafico fortemente fumettesco e rigorosamente bidimensionale, condito da musiche buffe e bizzarre pronte a scaraventarci in quello che è il mondo dei Patapon. Il viaggio verso la meta FINE TERRA è ripreso. PATA PATA PATA PON!!!

PATA PON CHAKA DON !!

Il gioco si apre con una breve introduzione, che ci mostra come i nostri piccoli e buffi amici, intenti a raggiungere la meta desiderata, vengono dispersi nell’oceano a causa di un'assalto da parte di una piovra gigantesca durante una terribile tempesta. L’oceano trascinerà i piccoli pon su di una spiaggia, dove guidati da uno dei tamburi scampati al naufragio, riprenderanno il loro viaggio. Eh si perché per chi non lo sapesse i piccoli essere protagonisti del gioco targato Sony sono mossi proprio dal suono del tamburo, in base al quale agiranno sulla nostra psp. I quattro tasti della psp infatti segneranno ognuno un ritmo diverso (PATA PON CHAKA DON); essi dovranno essere combinati tra loro per realizzare frequenze in grado di far compiere le azioni più svariate quali difesa, attacco, schieramento, ecc. Più le melodie ed i suoni che creeremo saranno amalgamati e all’unisono, più i nostri guerrieri saranno invincibili; si avrà cosi la modalità FEVER, una sorta di massima energia dei nostri Pon che moltiplicherà a dismisura la loro forza in battaglia. In caso di black out o di musica non intonata invece, i pon saranno in balia degli avversari, fin quando un nuovo ritmo non li spingerà a contrattaccare. Naturalmente ci saranno diversi tipi di Pon, ognuno con caratteristiche diverse, e ognuno con ritmi particolari.

Eroi e nuove unità basteranno ?

Appena inizieranno i combattimenti si noterà la prima grande novità rispetto al predecessore: l’aumento del numero di unità presenti (ci saranno infatti unità a bordo di uccelli giganteschi, unità magiche e molte altre varianti) e soprattutto la presenza degli eroi, personaggi dotati di una forza particolare e di attacchi speciali, che daranno un’accezione più strategica al titolo. Inoltre sarà presente il famoso Albero dell’evoluzione, che altro non è che la modalità attraverso cui potremmo potenziare e far evolvere il nostro esercito.
Per quanto riguarda il comparto grafico possiamo dire che il titolo non ha fatto grossi passi in avanti rispetto al predecessore, con una tematica simile se non uguale al titolo apparso l’anno scorso su psp. Una scelta voluta fortemente dal team di sviluppo che premia la decisione vincente di puntare su una grafica bidimensionale e colorata. Naturalmente il pezzo forte del titolo è il sonoro, rappresentato da musiche bizzarre che ci trasporteranno in un mondo di colori ed emozioni a dir poco unico.
Una particolare nota positiva è rappresentata dal multiplayer, con alcune modalità di gioco e contenuti extra sbloccabili solo con la modalità co-operativa (rigorosamente in wi-fi).
Anche se saremo letteralmente rapiti dal comparto audio-visivo, non passeranno in secondo piano alcuni difetti, anche se lievi, del titolo Sony. Innanzitutto il gameplay, che se pur semplice ed immediato alla lunga risulterà povero di mosse e un po’ ripetitivo. Ripetitivo come le missioni, che col tempo potrebbero un po’ stancare. La longevità del titolo, che può contare su una miriade di missioni e di sottomissioni, rappresentate da giochini e puzzle-game, ovvia un po’ alla ripetitività che comunque alla lunga potrà manifestarsi.

Commento

Patapon 2 riesce ancora una volta a ricreare un connubio quasi perfetto tra grafica, sonoro e giocabilità, trascinandoci in un mondo bizzarro che lascerà spesso il sorriso sulle labbra. Grossomodo non ci sono miglioramenti rispetto al precedente capitolo, tant’è che il titolo Sony mantiene gli stessi pregi (grafica, audio e innovatività) e gli stessi difetti (giocabilità limitata e un po’ di ripetitività). Forse si poteva osare qualcosa in più rispetto alla semplice introduzione di una vena più strategica. Resta comunque un gran bel titolo, consigliato a tutti coloro che hanno voglia di staccare per un po’ dal mondo degli action e sparatutto.

PAGELLA

Grafica:  8

Ancora una volta la scelta della bidimensionalità paga il team di sviluppo

Sonoro:  9

Verremo trascinati nell’atmosfera a suon di PATA PON CHAKA DON senza poter resistere

Gameplay: 7,5

Giocabilità di buon livello, minata un po’ dai controlli un po’ poveri di variabilità

Longevità: 8

Moltissime missioni e sottomissione anche se alla lunga potrebbero diventare ripetitive

VALUTAZIONE COMPLESSIVA: 8

Commenti sulla recensione (0)

Ultimi commenti degli utenti

lascia un tuo commento


Scrivi un commento

Commenti
Messaggio non inserito o troppo corto.
 
 

×

Patapon 2

  • Immagine della copertina del gioco Patapon 2 per PlayStation PSP

Per effettuare questa azione occorre essere registrati.

×

Valutazione del gioco 9

L'ultimo voto è stato 9 dato da spumante

Valutazione personale N/D

Dai la tua valutazione a Patapon 2
 

Elenco degli utenti collegati in questo momento su gamestorm

×