GameStorm

Recensione di Energy Cycle

Recensione scritta e curata da dryily per gamestorm.it, inserita il 05-02-2018

Titolo: Energy Cycle
Genere: Puzzle-Game
Piattaforma: PlayStation 4 (versione testata) / Xbox One / PC via Steam
Sviluppatore: SometimesYou
Produttore: SometimesYou
Data di uscita: 4 agosto 2017

Perfidia, semplicità, et voilà, ecco il puzzle game!

Ci sono puzzle game per tutti, e poi ci sono quelli ideati dallo studio indie SometimesYou, che si può dire basino il gameplay dei propri titoli sui disturbi ossessivo-compulsivi dei giocatori, vista la minuziosità richiesta nel risolvere i livelli. Un esempio lampante lo si trova in Energy Balance, “creatura” che precede il titolo che vi andremo a recensire, e che richiede una mente sveglia e affine ai calcoli matematici.

Se anche voi avete brutti ricordi delle lezioni di matematica (dalle scuole medie in poi), non temete, perché Energy Cycle, pur sempre basato sulla logica, sembra maggiormente intuitivo (e invece…): questa volta, però (e per fortuna), a farla da padrona non saranno più i numeri, ma i colori.

Si tratta, infatti, di un titolo che a primo impatto può sembrare davvero semplice, ma che avanzando si mostra estremamente complesso, quasi perfido, e metterà a dura la prova la pazienza dei giocatori più calmi, visti i meccanismi che vi spiegheremo a breve.

Mi stai proprio facendo girare le sfere

I 28 livelli di Energy Cycle presentano sullo schermo delle stringhe di sfere colorate - verdi, celesti e blu - e il compito del giocatore sarà quello di cliccare su quelle corrette per far sì che queste cambino e risultino tutte dello stesso colore. Facile, vero? Per niente.

Ovviamente, c’è un fattore che aumenta vertiginosamente la difficoltà: l’effetto valanga, caratteristica principale del gameplay, che vedrà le sfere sulla stessa riga orizzontale o verticale di quella cliccata, mutare in contemporanea. Questo meccanismo porterà quindi le “biglie” a cambiare colore, e il giocatore all’esasperazione. Al danno si aggiunge la beffa, con la schermata conclusiva pronta a mettere il dito nella piaga mostrandovi quanti click vi sono serviti per risolvere l’enigma.

Una reazione a catena degna del cubo di Rubik, che tanto ha fatto penare i ragazzi degli anni ’80 e ’90 (e, no, qui non fa a staccare e riattaccare gli adesivi fingendo di averlo completato, furbacchioni!).

Oltre a questa modalità, il gioco ne offre altre due: Time Attack e Infinite Play.

La prima, come fa intuire il nome, propone una sfida a tempo durante la quale il giocatore dovrà risolvere l’enigma in questione nell’arco di un minuto: 60 secondi di pressione costante, che verranno poi ricompensati con 20 secondi extra qualora il puzzle venisse completato con successo. Un bottino prezioso che tornerà utile nella manche successiva. Si andrà avanti così finché il giocatore non fallirà il rompicapo.

La seconda, invece, è sicuramente la più lunga (anche se noi ad “un’infinità” di enigmi non ci siamo arrivati) e presenta una serie infinita di puzzle generati casualmente e che aumentano di difficoltà man mano che si va avanti.

Musiche da night-club, visuali da anni ‘90

A dare un tocco di anni ’90, non ci pensa solo il richiamo al Cubo di Rubik, ma anche la grafica, con le sfere su sfondo distorto che ricordano gli effetti in 3D di Windows Media Player (WinAmp), o gli screensaver che andavano tanto di moda in quel periodo e tanto sapevano di psichedelico. La schermata risulta quasi ipnotizzante, il che non è per forza un punto di forza, visto che all’inizio potrebbe distrarre leggermente, e alla lunga anche appesantire la vista (o semplicemente stancare).

La musica invece cambia ad intervalli, con tracce quasi da nightclub che fanno pensare a luci soffuse grazie ai bassi che rimbombano prepotentemente, e altri brani che invece hanno un beat futuristico, con molti elementi pop e dell’elettronica. Un gioco abbastanza ripetitivo, la cui colonna sonora, variegata, è sicuramente una nota positiva ed inaspettata.

In sintesi:

Energy Cycle è un puzzle game non per tutti, che si basa su un concetto semplice, quello di rendere le sfere sullo schermo tutte dello stesso colore, ma con delle meccaniche di gioco che metteranno a dura prova anche i giocatori più pazienti.

Il budget a disposizione del team di sviluppo SometimesYou è stato palesemente scarno, vista la semplicità grafica dei livelli: il gameplay è il punto forte di questo titolo e, pur essendo ripetitivo, offre davvero tantissimi livelli nelle tre modalità a disposizione.

Il buon rapporto qualità/prezzo, se si pensa che il game è disponibile a soli 3,49€, fornisce uno stimolo ideale per coloro che si vogliono mettere alla prova con un prodotto prevalentemente di nicchia e pensato proprio per gli amanti del genere. Sarebbe più adatto, ed efficace, su un dispositivo mobile.

Pregi:

  • Prezzo
  • Gameplay semplice e intuitivo…

Difetti:

  • Comparto tecnico scarno
  • … ma a volte davvero troppo difficile

Commenti sulla recensione (0)

Ultimi commenti degli utenti

lascia un tuo commento


Scrivi un commento

Commenti
Messaggio non inserito o troppo corto.
 
 

×

Energy Cycle

  • Versione ps4 in esclusiva digitale
  • Data di uscita:
    25-12-2017
  • Categoria:
    puzzle
  • Disponibilità per:
    SWITCH PS4
  • Popolarità:
    0 %
  • ps4

Per effettuare questa azione occorre essere registrati.

×

Valutazione del gioco N/D

Valutazione personale N/D

Dai la tua valutazione a Energy Cycle
 

Elenco degli utenti collegati in questo momento su gamestorm

×