GameStorm

Recensione di Spectrobes: Le origini

Recensione scritta e curata da Orsoraro per gamestorm.it, inserita il 23-10-2009


Titolo:
Spectrobes: Le origini
Genere: Azione
Piattaforma: Xbox 360
Sviluppatore: Genki
Publisher: Disney Interactive Studios
Data di uscita: 18-09-2009

Dopo essere apparsi su Nintendo DS, i piccoli mostriciattoli fossili fanno la loro apparizione sulla console casalinga Nintendo. Stiamo, ovviamente, parlando di Spectrobes, gioco pubblicato da Disney, ormai entrata nel mondo videoludico con titoli di spessore, uno su tutti PURE. Il tema principale di questa produzione è quello dell'allevamento e della collezione di questi animaletti. Non solo Pokemon, dunque, all'interno di un genere amato soprattutto da un pubblico di più piccoli ma che riesce a divertire anche i più adulti. Il capitolo che qui esamineremo è sottotitolato “Le Origini”, ed è già disponibile sugli scaffali dei negozi da qualche giorno.


Un po' di trama

Tanto per cambiare, l'universo e sotto assedio e toccherà a noi risolvere i problemi collegati agli attacchi interplanetari presenti in quest'ultimo capitolo della serie. Ad aiutarci nell'arduo compito ci saranno Jeena e Rallen, due agenti del PPN, ovvero polizia di sicurezza intergalattica. I due giovani sono, difatti, venuti a conoscenza della presenza di creature ritenute ormai estinte, gli Spectrobes appunto, e decideranno di servirsene per riportare la pace nel pianeta. Dopo una prima missione di perlustrazione saremo catapultati in un mondo sconosciuto e qui faremo le prime conoscenze del caso. Le lande sulle quali siamo atterrati sono minacciate dai Krawl, e la leggenda che ci vuole i salvatori del pianeta farà sì che nostro incarico principale sarà respingere l'invasione. Ben presto, però, scopriremo che quel pianeta non è il solo a essere sotto attacco, così che le aree di gioco, nonché l'orizzonte dei mondi esplorabili, verranno ad ingrandirsi. Prima ancora di scendere in campo dovremo, però, scegliere quale dei due eroi impersonare. Adempiuti questi semplici compiti, saremo finalmente pronti a salpare.

Non solo digimon o pokemon!

Elemento fondamentale e caratteristico del titolo è - come già anticipato - l'allevamento dei nostri piccoli Spectrobes. Le fasi di crescita di questi animaletti determineranno la possibilità di compiere azioni sempre più utili. In una prima fase della loro esistenza, questi mostriciattoli saranno solo in grado di scavare. Per quanto questa funzione possa non sembrare importante, c'è subito da dire che l'esplorazione e la ricerca di nuovi minerali giocano un ruolo essenziale nella nostra storia. Alcuni minerali serviranno, infatti, per potenziare il nostro esercito, altri invece per far nascere nuove creature attraverso un procedimento particolare che spiegheremo più avanti in quest’articolo. Una volta cresciuto, il nostro fido Spectrobes sarà in grado di darci una mano anche in combattimento. Quando capiterà, infatti, di incontrare un nemico, avremo automaticamente il supporto dello Spectrobes che in quel preciso istante si troverà al nostro fianco. Ogni specie ha il suo attacco: c'è chi predilige quelli a distanza e chi, invece, trova nel corpo a corpo la risorsa principale. Oltre ai classici attacchi, ci sarà anche la possibilità di realizzare combo speciali da eseguire attraverso il movimento del Wiimote. Queste particolari abilità sono, però, ricollegate al riempimento di una barra energia e potranno essere utilizzati solo in casi specifici.


Come annunciato in precedenza, la nascita di un nuovo Spectrobes sarà ricollegata a particolari procedimenti, che nella dinamica di gioco assumono una connotazione da minigame. Anzitutto, scoperto il fossile che contiene il nostro animaletto, dovremo aver cura di scavare e intagliare per estrapolare il corpo dalla roccia. Tale operazione dovrà essere effettuata con calma e pazienza in modo da ottenere una buona valutazione che segnerà il livello di partenza dello Spectrobes una volta nato. Compiuta questa prima fase, dovremo fare i conti con un gioco musicale e muovendo Wiimote e Nunchuck con il giusto tempismo potremo risvegliare finalmente la nostra creatura. Il sistema di creazione appena descritto riesce nell'impresa di conferire maggiore varietà al titolo e a sfruttare debitamente i comandi della console Nintendo.

Spectrobes Origins, come avrete intuito, è un action game in terza persona. Il nostro personaggio, seguito da una telecamera a volo d'uccello, sarà affiancato dagli Spectrobes di turno che lo aiuteranno ad esplorare, scavare, combattere e più in generale a salvare il salvabile. L'avventura è fortemente connotata da elementi GDR o RPG. Ogni combattimento conferirà punteggi che permetteranno al nostro personaggio di evolvere e acquisire poteri maggiori. L’arsenale offensivo è altresì composto da spade, lance, laser vari o - perché no - anche “semplicemente” dai nostri pugni. Per il versante difensivo avremo, invece, l'appoggio di scudi o di bonus in grado di farci recuperare energia. Queste dinamiche di gioco in realtà non sono poi così originali, potendosi ritrovare in moltissimi titoli dello stesso genere. C'è però da dire che ogni reparto di Spectrobes Origins riesce a essere sufficientemente divertente e il sistema di nascita poc'anzi descritto serve a spezzettare l'azione di gioco e a renderla maggiormente varia. Un aiuto per il divertimento potrebbe essere dato dalla modalità cooperativa. Questa, consentirà di intraprendere l'avventura con un amico e metterà l'uno nei panni dello Spectrobes, l'altro nei panni del protagonista umano, Jeena o Rallen che sia.


Il lato tecnico degli Spectrobes

Se dal punto di vista del gamaplay il gioco risulta vario, attraente e divertente, altrettanto non può dirsi completamente per il versante tecnico. Spectrobes Origins si presenta con una modellazione poligonale di vecchia data che non brilla certamente nell'odierna generazione videoludica. Certo, la macchina ospitante non fa dell'hardware tecnico la principale risorsa, però abbiamo sinceramente apprezzato prodotti più curati in tal senso. Nonostante ciò, il disegno appare comunque accattivante, soprattutto grazie all’influenza che il titolo subisce dai manga giapponesi. Grandi occhioni bianchi si stagliano difatti sul viso di ogni personaggio, e la scala di colori utilizzata è accesa e solare. Le ambientazioni soffrono un po' di povertà di elementi e appaiono tutte molto simili tra loro.

Non presenta, invece, grosse problematiche il versante sonoro, che se da un lato non riesce ad eccellere, mostra comunque spunti interessanti e jingle in linea con l'azione di gioco, in grado di accompagnarci per tutta l'avventura. Buono il doppiaggio inglese che risulta fruibile grazie all'implementazione di sottotitoli in italiano.

Conclusioni

Disney torna ancora una volta nel mondo videoludico riuscendo in parte a vincere la propria sfida. Il genere cui il gioco appartiene è da tempo dominato dalla razza Pokemon. Questo Spectrobes riesce, però, bene in alcuni aspetti. La modalità di estrazione dei fossili risulta divertente e i comandi Wii rispondono in modo preciso e originale. E' il versante tecnico che rimane “fossilizzato” (tanto per rimanere in tema!) su canoni antiquati e non certamente adatti a una next-generation. Insomma, i margini di miglioramento per questo prodotto ci sono, e sono anche evidenti. Dobbiamo, però, attribuire agli sviluppatori il giusto merito di aver confezionato un titolo vario, a tratti divertente e con qualche spunto davvero interessante. Se siete amanti del genere e volete crescervi una buffa creaturina in casa, Spectrobes è quello che fa per voi!

Pro

- Sistema di nascita divertente

- Immediato

- Tanti Spectrobes

Contro

- Reparto tecnico migliorabile

- Fasi esplorative ripetitive

VALUTAZIONE COMPLESSIVA: 7

Commenti sulla recensione (0)

Ultimi commenti degli utenti

lascia un tuo commento


Scrivi un commento

Commenti
Messaggio non inserito o troppo corto.
 
 

×

Copertina

  • Immagine della copertina del gioco Spectrobes: Le origini per Nintendo Wii

Per effettuare questa azione occorre essere registrati.

×

Valutazione del gioco 8.8

L'ultimo voto è stato 8 dato da PiJack99

Valutazione personale N/D

Dai la tua valutazione a Spectrobes: Le origini
 

Elenco degli utenti collegati in questo momento su gamestorm

×