GameStorm

Recensione di Lost Dimension

Recensione scritta e curata da monsteruno per gamestorm.it, inserita il 10-10-2015

Titolo: Lost Dimension
Genere: SRPG
Piattaforma: PlayStation 3
Sviluppatore: Lancarse
Publisher: NIS America
Data di pubblicazione: 28 agosto 2015

“Thirteen days” è il titolo di un film ambientato negli anni sessanta che racconta (appunto) i tredici giorni probabilmente più lunghi della presidenza di JFK, quelli successivi al sorvolo di Cuba da parte di un ricognitore spia che rivelò l’intento di Chruscev di installare missili nucleari giusto oltre ai confini statunitensi.

Un po’ come fosse il sequel del film, in Lost Dimension avrete a che fare con la minaccia di un olocausto nucleare, pericolo da sventare anche in questo caso entro e non oltre tredici giorni. A concretizzare il pericolo di una fine prematura del mondo è un bizzarro ragazzo di nome The End, il quale minaccia di premere il pulsante di lancio dei missili alla fine del periodo concesso. 

Ovviamente la Terra non resta a guardare, e le Nazioni Unite reagiscono inviando un gruppo di undici paramilitari, i S.E.A.L.E.D., capitanati da Sho Kasugai, ciascuno dei quali contraddistinti da un potere speciale (gift) tra cui figurano la capacità di levitare, di teletrasportarsi, di leggere nel pensiero e così via. Il gruppo in questione dovrà affrontare i cinque piani della torre in cima alla quale The End li attende. 

Innanzi tutto occorre precisare che degli undici combattenti inizialmente assoldati, solamente sei entreranno effettivamente all’interno della torre per affrontare robot umanoidi e droni. E come se non bastasse, alla fine di ogni livello uno dei sopravvissuti dovrà essere eliminato mediante la votazione di tutti, che deve essere volta a smascherare possibili traditori innestati all’interno del vostro gruppo da The End stesso.

Posizionamento strategico

Quanto appena raccontato è la trama (tutt’altro che fantasiosa, a dire il vero) di questo Lost Dimension, un RPG strategico a turni con qualche innesto di visual novel di stampo investigativo, un po’ come visto qualche mese addietro nei due episodi di Danganronpa. 

Va fatto notare come la fase di combattimento proponga degli spunti interessanti: particolare importanza riveste il posizionamento dei personaggi, capaci di muoversi entro un raggio d’azione dipendente dalle statistiche di ciascuno. Proprio il posizionamento relativo dei soldati (e, a dirla tutta, in funzione anche dei loro rapporti interpersonali) vi permetterà di effettuare attacchi combo sfruttando i preziosissimi assist dei vostri compagni. In questo modo un semplice attacco può trasformarsi in un colpo di grazia.

Un’altra opzione offerta dai vostri commilitoni riguarda la possibilità di cedere il proprio turno a favore di qualcun altro, entrando quindi in modalità Defer.

Fuori controllo

C’è un’altra modalità che vale la pena menzionare, in questo caso molto meno accattivante, ovvero quella Berserk. Uno del gruppo potrebbe entrarvi nel caso in cui la sua barra di salute mentale venga totalmente annullata (per esempio a causa di molteplici attacchi nemici piuttosto che all’uso eccessivo dei gift). Una volta entrato in questa fase, il personaggio diverrà fuori controllo, attaccando indistintamente nemici ed anche alleati.

Per il resto si tratta del classico strategico a turni, in cui potrete acquistare elementi di equipaggiamento, potenziare le statistiche personali, quindi affrontare nuove missioni piuttosto che ripeterne altre già completate al fine di guadagnare ulteriori punti utili ad affrontare la fase successiva.

Quindi, una volta debellato un piano della torre, vi toccherà affrontare la fase investigativa in cui dovrete individuare i traditori mediante la capacità di Sho di leggere il pensiero degli altri, raccogliendo indizi per confermare i sospetti e così via. Infine dovrete influenzare la votazione dei vostri compagni in modo tale da indirizzare il loro voto verso l’eliminazione del vostro obiettivo, che potrebbe anche non essere necessariamente il personaggio che ritenete essere la mela marcia, bensì qualcun altro che non si è rivelato particolarmente utile in battaglia.

Il tutto arricchito da una struttura narrativa imperniata su sentimenti e valori morali la quale regge per la maggior parte della vicenda, ma che scivolerà nella banalità proprio nel finale.

Musica da rivedere

Il comparto tecnico è tipico dei giochi budget: se la realizzazione grafica dei personaggi si rivela discreta, quella dei nemici è tuttavia scarsa a causa della poca varietà dei nemici. Stessa solfa per le ambientazioni, le quali risultano spoglie e privi di dettagli, così come le texture, che non sono particolarmente brillanti a vedersi.

Il tutto è inoltre minato da evidenti e frequenti cali di frame rate, arricchiti da schermate di caricamento che rallenteranno ulteriormente sia il ritmo del gioco, sia la vostra pazienza.

Si districa piuttosto bene il doppiaggio (in inglese), ma un’altra nota dolente è rappresentata dalla colonna sonora, composta da musiche talmente ripetitive da risultare rapidamente fastidiose.

Un’ultima nota se la merita la rigiocabilità del titolo: il fatto che i traditori siano random vi aiuterà a rigiocare il titolo, con l’intento di sbloccare i vari finali alternativi.

in cocnlusione

Lost Dimensio si rivela un discreto RPG strategico a turni il cui gameplay è arricchito da particolari artifizi come gli assist dei compagni in funzione del posizionamento relativo, la modalità Berserk, quella Defer e così via.

Il tutto è arricchito da una fase di visual novel in stile Danganronpa dove il giocatore dovrà mettere i panni dell’investigatore e scovare i traditori infiltrati tra i commilitoni, nonché convincere e influenzare i compagni a votare per l’esclusione dell’obiettivo voluto.

Peccato per l’assoluta mediocrità del comparto tecnico.

Pregi

  • Gameplay collaudato, con spunti anche interessanti
  • Narrativa a tratti convincente…

Difetti

  • …anche se deludente nel finale
  • Comparto tecnico scadente

VALUTAZONE COMPLESSIVA: 6,5

Commenti sulla recensione (0)

Ultimi commenti degli utenti

lascia un tuo commento


Scrivi un commento

Commenti
Messaggio non inserito o troppo corto.
 
 

×

Copertina

  • Immagine della copertina del gioco Lost Dimension per PSVITA

Per effettuare questa azione occorre essere registrati.

×

Valutazione del gioco 5

L'ultimo voto è stato 4 dato da paki98

Valutazione personale N/D

Dai la tua valutazione a Lost Dimension
 

Elenco degli utenti collegati in questo momento su gamestorm

×