GameStorm

Recensione di WWE 2K18

Recensione scritta e curata da Albert91 per gamestorm.it, inserita il 21-11-2017

Titolo: WWE 2K18
Genere: Simulazione, Picchiaduro
Piattaforma: PlayStation 4 (versione testata), Xbox One, PC, Nintendo Switch
Sviluppatore: Yuke’s, Visual Concepts
Produttore: 2K Sports
Data di uscita: 17 ottobre 2017

Try This at Home

La serie WWE2K è ormai un appuntamento annuale per tutti gli appassionati. A partire dal 2014, anno in cui le redini della produzione sono passate a 2K Sports, il brand subisce un restyling e, pur mantenendo alcune caratteristiche classiche dello sport d’appartenenza, si adegua come vera e propria simulazione alla pari di altri titoli del colosso, come ad esempio NBA2K.

La mancanza di un vero e proprio concorrente nel settore, si dimostra essere un’arma a doppio taglio. Se da una parte questo lascia gli sviluppatori di Yuke’s liberi da pressioni esterne, da un certo punto di vista le implementazioni, di anno in anno, sono poche, quasi a non voler strafare perché non necessario. Tra  l’altro il team è ormai una garanzia per il wrestling, contando che ha cominciato lo sviluppo di questo tipo di giochi dal lontano 1995, passando anche per i più famosi WWE Smackdown! Here Comes the Pain e WWE Smackdown! Vs. Raw.  

Anche quest’anno il gioco è completamente sotto licenza ma, a differenza degli scorsi capitoli, è presente un maggior riguardo verso il mondo degli eSports. WWE2K18 si propone come il capitolo più completo, promettendo tante ore di divertimento in singolo ma soprattutto in multiplayer. Scordatevi quindi la famosa frase “Please don’t try this at home”, perché grazie al videogioco potete fare wrestling in completa sicurezza.

E ora, pugni chiusi e pronti alla rissa!

It’s Show Time

Come da tradizione, WWE 2K18 è ricco di modalità di gioco e contenuti tra i più disparati. Oltre ai classici match d’esibizione 1 vs 1, sono presenti Hell in a Cell, Ladder Match e ancora tanti incontri a stipulazione speciale, proprio come avviene nella realtà. Il concetto di personalizzazione è molto marcato, e comprende la creazione di arene, cinture da campione, superstars e addirittura match con regole particolari. Proprio questo fattore è uno dei più importanti: il titolo diviene quasi infinito, data la miriade di opzioni disponibili. È presente anche una modalità dedicata alle creazioni della community che rende disponibile al download le superstars e le altre idee degli utenti di tutto il mondo. Fino ad ora, compaiono alcuni personaggi singolari tra quelli creati, tra cui Donald Trump, Batman, Joker e tanti altri, a vantaggio del divertimento.

Il vero cuore pulsante del gioco, però,  lo individuiamo nelle modalità WWE Universe e Il mio GIOCATORE. Nella prima è possibile impersonare il ruolo di General Manager, creando Show, faide tra atleti, tag team etc. ed è anche possibile decidere la direzione narrativa dei promo e i diversi campioni. Naturalmente non ci si limita alla sola parte manageriale, infatti, si può controllare un qualsiasi atleta nei diversi match. Nella modalità Il mio GIOCATORE, invece, si crea da zero un personaggio unico, principalmente una personificazione di se stessi ma nulla vieta di creare chi si vuole, per portarlo al successo. In questa modalità si parte sin dai primi insegnamenti del WWE Performance Center, passando per il roster di sviluppo NXT e, infine, arrivando agli show principali RAW e Smackdown. In alcuni casi ci si trova in balia degli eventi ed è divertente vedere gli sviluppi delle proprie scelte in termini di storyline. Le strade da seguire sono diverse, ma principalmente si può essere un Dipendente Modello e quindi alla mercé dei vari Mr. McMahon e Triple H, oppure essere un Favorito dei Fan ma visto in maniera negativa da parte della dirigenza. Al suo interno, inoltre, si trova Road to Glory, l’online-mode dedicata alla competizione del proprio personaggio. Purtroppo non è presente una vera e propria modalità Storia come avveniva in passato, una scelta molto particolare da parte del team e del publisher.

Una nota negativa, soprattutto per “Il mio GIOCATORE”, è l’assenza di un filo conduttore lungo e stabile nelle storyline. In concreto, il dipanarsi del plot consiste nella creazione di un feud o di una storia in quattro settimane, per poi chiudere i conti al PPV successivo e poi ricominciare da capo con una nuova trama. In alcune situazioni, se non si raggiungono determinati obiettivi, si è costretti a crearsi da soli dei match di poco conto, ad esempio, attaccando una superstar nel backstage o seguendo le voci di corridoio degli altri personaggi.

1,2,3 DIN DIN DIN New GameStorm Champion

Dopo il capitolo relativo ai diversi contenuti, è giunto il momento di addentrarsi nel gameplay del gioco.

Una delle novità principali dell’edizione 2K18, è la possibilità di poter avere fino a otto atleti contemporaneamente su schermo ( per quanto riguarda le versioni PlayStation 4, Xbox One e PC), fattore che da vita, quindi, a una varietà maggiore e a colpi di scena più frequenti. Purtroppo, la confusione è molto presente nei match di questo tipo e alcune situazioni sono state semplificate. Ad esempio, nella Royal Rumble è molto più facile che in passato essere eliminati e eliminare gli avversari.

La vera difficoltà del gioco consiste nel sistema di controllo e nelle tempistiche di pressione dei tasti. Infatti, tutto ruota intorno alla possibilità delle schivate e delle inversioni. Per poterle eseguire al meglio, è necessario premere il tasto R2 (o relativo) al momento esatto (si possono anche abilitare gli aiuti a schermo). La particolarità di questa feature è racchiusa nelle abilità di ogni atleta: i lottatori possono avere da 1 a 5 tentativi di “schivata” proprio in base ai caratteristici attributi. Una volta terminati tutti i tentativi, la relativa barra si riempirà pian piano, per permettere al giocatore di non restare in balia dell’avversario per troppo tempo.

Oltre al classico livello di difficoltà, che parte dal Facile per arrivare al Leggenda, anche il control-system presenta alcune particolarità, soprattutto per  quanto concerne il sistema delle sottomissioni. Il più semplice consiste nel riempire la propria barra premendo a ripetizione i tasti che appaiono su schermo. Quello più tecnico, invece, consiste nell’inseguire il segno colorato dell’avversario usando l’analogico destro. Naturalmente è possibile invertire le sorti di un incontro attraverso l’uso delle mosse Comeback, attivandole con triangolo (Y) al momento appropriato ed eseguendole al meglio premendo i pulsanti che compaiono in stile Quick Time Event.

Le mosse speciali e finali si eseguono anch’esse con triangolo, ma solamente quando la barra dello slancio raggiunge il 100% e il 150%. Per riempirla basta eseguire le varie mosse completamente, schivare o invertire gli attacchi nemici o uscire dal classico conteggio di 3. In totale si possono accumulare fino a tre mosse finali. contemporaneamente.

Una delle particolarità più interessanti del gioco, è la completa assenza di microtransazioni al suo interno: il progresso del proprio personaggio si basa unicamente sulle proprie capacità e sulla quantità di incontri che si eseguono. Al termine di ogni match, infatti, si ottengono delle monete corrispondenti alle proprie azioni, per cui schivare tanto ed eseguire mosse spettacolari aumentano il guadagno. In Road to Glory avere più monete è estremamente importante, in quanto i potenziamenti, le mosse e l’abbigliamento si acquistano attraverso le casse premio; oltre agli incontri, la valuta in game si ottiene anche grazie ai promo. I forzieri si dividono in tre categorie: Bronzo, Argento e Oro. Il più importante offre maggiori contenuti e di qualità superiore. In questo modo è quindi possibile un progresso continuo, anche se purtroppo, il tutto, avviene in maniera casuale, per cui per ottenere quello che si desidera maggiormente è possibile che sia necessario davvero tanto tempo. Una delle note negative di questa modalità, sono i lunghi momenti di attesa per trovare gli avversari. Non sappiamo se questo sia causato da un problema di matchmaking o dai pochi giocatori presenti, ma in prossimità di un PPV è frustrante non poter raggiungere il punteggio necessario all’iscrizione. Infatti, per poter prendere parte alle competizioni più importanti bisogna ottenere un certo numero di stelle.

Nonostante tutto, il gioco è discretamente fluido anche se presenta alcune piccole pecche. In alcuni frangenti, le mosse appaiono quasi scriptate, per cui permane ancora la sensazione di non assistere pienamente a un vero e proprio match di wrestling, un feeling visivo a volte poco naturale.

Infine, segnaliamo la mancanza dei match misti e di alcuni combattimenti a stipulazione speciale.

 Rispetto al passato comunque la situazione è migliorata, se pur, ancora, non ci si trova di fronte a un prodotto di primissima fascia.

La magia del wrestling

La realizzazione tecnica è, probabilmente, il vero e proprio tallone d’Achille dell’opera. Sebbene in un primo momento, specialmente durante i match, sembra di trovarsi di fronte a una produzione di alto livello, la realtà è ben diversa.

I movimenti, a parte qualche circostanza, sono fluidi ma presto diventano ripetitivi a causa delle animazioni riciclate. I fisici dei wrestler sono riprodotti in modo egregio, ma lo stesso non si può certo dire per alcune espressioni facciali o per le capigliature. I personaggi che portano i capelli lunghi, quindi soprattutto le donne, si trovano ad avere a che fare con compenetrazioni e bug continui. Tale fattore si nota soprattutto nelle modalità Il mio GIOCATORE e WWE Universe, dove i promo o i passaggi nel backstage mostrano espressioni ridicole e animazioni per niente convincenti.

Un premio và però dato al lato artistico, soprattutto per merito delle tante personalizzazioni presenti che mascherano, almeno in parte, le varie magagne grazie ad un fantastico colpo d’occhio.

In generale sono comunque presenti troppi bug, come ad esempio gli atleti che si bloccano mentre corrono, gli arbitri troppo lenti a fare i conteggi, e anche ritardi nelle schivate nonostante si sia azionato il comando nel momento corretto. Quest’ultimo caso avviene anche online, complice anche il fattore lag dovuto alle connessioni internet. Una nota dolente si trova anche nei caricamenti, decisamente troppo frequenti e molto lunghi.

Per quanto riguarda il sonoro, invece, ci si trova davanti a un buon prodotto. La soundtrack principale conta tracce di generi diversi e accontenta tutti i gusti musicali. Purtroppo, i brani sono davvero pochi ma nulla vieta di poter utilizzare le stesse theme song degli atleti anche nei menù.

I suoni ambientali, quali i cori del pubblico, le cadute sul ring, etc., sono riprodotti bene e coinvolgono il giocatore nel migliore dei modi.

In sintesi:

WWE 2K18 propone alcune soluzione convincenti, altre un po’ meno. Sicuramente sono da evidenziare la marea di contenuti presenti, un gameplay tutto sommato buono ma anche un comparto tecnico non altezza di un titolo di primissimo piano. Da questo punto di vista, infatti, il gioco è buono ma di certo non al livello di un Tripla A. Si tratta di un videogame sportivo che rappresenta una buona scelta per chi gioca molto in compagnia o vuole passare una serata diversa e in modo spensierato, mentre lo riteniamo un acquisto obbligatorio per tutti i fan del Wrestling (vista, anche, l’assenza di alternative).

Pregi:

  • Tantissimi contenuti.
  • Gameplay ulteriormente rifinito ma…
  • Colpo d’occhio e coinvolgimento degni di nota…

Difetti:

  • …ancora troppo legnoso, scriptato e poco reale .
  • …realizzazione tecnica approssimativa.

VALUTAZIONE COMPLESSIVA : 7,5

CONTENUTI: 8/10

GAMEPLAY: 7,5/10

COMPARTO TECNICO: 7/10

Commenti sulla recensione (0)

Ultimi commenti degli utenti

lascia un tuo commento


Scrivi un commento

Commenti
Messaggio non inserito o troppo corto.
 
 

×

Copertina

  • Immagine della copertina del gioco WWE 2K18 per Playstation 4
  • Data di uscita:
    17-10-2017
  • Categoria:
    sport
  • Disponibilità per:
    SWITCH PS4 XONE
  • Popolarità:
    0 %

Per effettuare questa azione occorre essere registrati.

×

Valutazione del gioco 7

L'ultimo voto è stato 7 dato da ozzo

Valutazione personale N/D

Dai la tua valutazione a WWE 2K18
 

Elenco degli utenti collegati in questo momento su gamestorm

×