GameStorm

Anteprima di Conan Exiles

Recensione Early Access di Conan Exiles

Provata la prima versione Early Access di Conan Exiles per console Xbox One

Titolo: Conan Exiles
Genere: survivor
Piattaforma: Xbox One
Sviluppatore: Funcom
Publisher: Funcom
Data di uscita (Early Access): 16 agosto 2017

In esilio

Ogni volta che leggiamo di videogames targati Conan, passiamo una prima fase, d’illusione, per poi piombare spesso nello sconforto, delusi per quello che poteva essere e non è stato. Anche in questo caso, saputo di Conan Exiles, non neghiamo di essere nel periodo illusorio, immaginandoci un qualcosa che sicuramente ci farà male scoprire non sarà cosi; ma fa niente, crogioliamoci in questo e vediamo cosa ci riserva Funcom.

MMO ma non solo

Fortunatamente non è solo MMO, non siamo fan sfegatati dei titoli puramente votati all’online. Questione di gusti e la mancanza della modalità in singolo avrebbe castrato le gesta del famoso cimmero ; grazie al cielo si può giocare da soli o scegliere tra PvP o PvE, con le ovvie distinzioni e il co-op mode non fa altro che evidenziare la scelta compiuta. Dopo la customizzazione del reietto (o reietta, se preferiamo), ha inizio il nostro pellegrinare tra desertiche lande; una piccola parte di un immenso mondo tutto da scoprire e sopravvivere poiché, oltre a MMO, dicevamo, si fregia anche del genere survival, ove si deve far di tutto per restare in vita, partendo dai primi passi che ci vedono soli, sotto un sole rovente, alle prese con il problema della sete. Da qui si dipaneranno le dinamiche del titolo che oltre ai combattimenti ci pone alla ricerca di cibo, acqua, armi, vestiti e tutto quanto possa servire alla bisogna a cominciare dalla realizzazione dei primi, rozzi, attrezzi con i materiali recuperati un pò qua e un pò là. Si deve sicuramente avere un riparo e va costruito un rifugio e naturalmente va fatto crescere il nostro barbarico avatar sfruttando l’esperienza guadagnata svolgendo i più disparati compiti che occuperanno gran parte del tempo, soprattutto all’inizio quando, disorientati, cerchiamo di fare più cose possibile per…tirare a campare e crescere. Tentando di orientarci, il più delle volte riceveremo picche dal sistema: accedendo alla mappa, spesso, non avremo la posizione ne’ punti d’interesse che non siano anonimi rilievi geografici e con la stessa cartina che, stranamente è fissata sul nord e bisognerà riposizionarla, capendo e sperando di trovare il punto di bivacco approssimativo.

Spada o ascia

Prima di tutto vanno create, ma non sarà cosi immediato costruirle. Le prime ore corrono via soltanto per raccapezzarci sul dove siamo e cosa dobbiamo fare poiché è tutto un’incognita, si deve costruire tutto e procacciarsi il cibo e all’inizio dovremo vivere solo di uova e scarafaggi. Spesso incontriamo creature nemiche e dovremmo affrontarle in combattimento; nulla di complicato, grilletto destro corrisponde ai movimenti della mano corrispondente e il sinistro idem. Si fa fatica a impugnare l’arma perché da quando si seleziona passa parecchio tempo a renderla attiva e, se siamo braccati dai nemici questa lentezza ci condurrà alla prematura dipartita. Un altro aspetto che ci può portare a morte certa è la poca precisione dell’hit box, menare fendenti anche a distanza ravvicinata in diversi casi non produrrà l’effetto voluto e, finita la stamina, il nemico avrà gioco facile (due bei bug da sistemare). In rete, anche se abbiamo trovato i server con qualcuno connesso, non abbiamo avuto modo di verificarne la cooperazione o le sfide poiché il titolo più che laggare si bloccava per parecchi secondi; cosa avvenuta anche giocando offline. Questo fatto avviene spesso, nonostante il sonoro continui come se nulla fosse. Dopo qualche ora cosi, abbiamo mollato perché tutto è condizionato dal blocco che a volte sembra avvenire più frequentemente, a volte invece più raramente. Si vede che il titolo è incompleto e va ritoccato: cosi si fa male da solo. E finora abbiamo solo toccato l’aspetto relativo al gameplay.

Sabbia negli occhi

Bisogna essere accecati per non vedere che la desolazione regna sovrana. Non sappiamo quanto sia voluta, ma obiettivamente sembra che, anche tecnicamente, abbiamo a disposizione un gioco della PS2: cespugli spigolosi, uomini dai movimenti legnosi e, cosa che fa ancora più male, textures che vengono caricate sui modelli poligonali quando siamo a pochi centimetri dagli stessi! Fino all’ultimo non sappiamo se le creature che ci zampettano vicino siano tartarughe o sassi semoventi. Le ambientazioni soffrono delle medesime magagne e forse peggio alcuni paesaggi sembrano abbiano recuperato le rocce del primo Tomb Raider! Purtroppo non è stato possibile salvare screenshot, probabilmente perché non permesso da Funcom stessa, non possiamo cosi mostrarvi immagini in merito e ce ne dispiace. C’è parecchio lavoro da fare per ottimizzare anche l’aspetto grafico perché, a nostro avviso, siamo ben lontani dal prodotto finito: e qui torniamo al modello degli hit point per nulla preciso, dovendo mollare fendenti a destra e a manca sperando in un contatto con “qualcosa”. Una volta colpito l’essere dinanzi a noi, esplosioni di sangue palesemente finto schizzeranno ovunque qualunque sia l’arma utilizzata, dai pugni alle clave alle spade. Duranti queste fasi concitate, tuttavia, non avremo il classico soundtrack incalzante, teso, bensì motivetti “casuali”; il motivo è presto detto: anche in questo caso va fatto un fine tuning da parte degli sviluppatori, le musiche partono in maniera randomica, non necessariamente quando dovrebbero. Più volte nella calma più piatta, è iniziato uno stacco enfatico, frenetico che avrebbe dovuto sottolineare l’attacco di qualcuno o qualcosa; peccato che in giro non ci fosse anima viva.

Per Crom!

Grazie al cielo il prodotto non è finito e avrà almeno ancora un anno di gestazione; l’idea di base è intrigante ma al momento la realizzazione tecnica lascia parecchio a desiderare con pesanti freeze e bug che costellano tutto il gioco e ne minano tutti gli aspetti, dal gameplay al sonoro, toccando anche i “tasti” della grafica. L’abbiamo testato in Game Preview e non sappiamo pronunciarci, gettati di parecchi anni indietro nel tempo come implementazione tecnica. La colonna sonora che ci accoglie è stupenda, epica e ricorda molto quella ufficiale, di Conan il barbaro, il film; anche il video introduttivo è grandioso ma tutto il resto…no anche se le basi di buon survival game sono gettate. Nonostante questo siamo sempre incuriositi dal mondo dei potenti cimmeri anche se del più rappresentativo barbaro non ci sarà nemmeno l’ombra. Potevamo fare la lista dei difetti ma abbiamo preferito fermarci a soli quattro, contiamo di riprendere in mano il gioco quando non sarà definitivo, sperando di non trovare lo scempio presente ora: della serie, su una decina di ore di pratica, tra savepoint spariti, freeze del sistema, riaccensione con obbligo di ricominciare da zero abbiamo accumulato al massimo un paio d’ore di gioco reale.

Pregi

  • musiche evocative
  • mondo immenso e aperto 

Difetti

  • grafica rozza e movimenti legnosi
  • bug a raffica e non chiari i save point
  • caricamento iniziale “eterno”

Commenti dell'articolo (0)

Ultimi commenti degli utenti

lascia un tuo commento


Scrivi un commento

Commenti
Messaggio non inserito o troppo corto.
 
 

×

Conan Exiles

  • Versione xone in esclusiva digitale
  • Data di uscita:
    16-08-2017
  • Categoria:
    giochi di azione
  • Disponibilità per:
    PS4 XONE
  • Popolarità:
    0 %
  • xone

Per effettuare questa azione occorre essere registrati.

×

Valutazione del gioco 6

L'ultimo voto è stato 6 dato da ozzo

Valutazione personale N/D

Dai la tua valutazione a Conan Exiles
 

Elenco degli utenti collegati in questo momento su gamestorm

×